Disney World a portata di braccio

Si chiama The MyMagic+ ed è un progetto testato proprio nel Walt Disney World in Florida che utilizza sensori di riconoscimento e le tecnologie che abbiamo già visto per offrire un nuovo modo di vivere l’esperienza nell’immenso regno Disney. Con un unico dispositivo attaccato al polso, i visitatori potranno godersi tutte le attività che offre il resort: un gelato al bar, un rientro in camera, un acquisto di un souvenir, il tutto senza dover continuamente cercare o evitare che si perdano carte di credito o chiavi per le camere.

54760a61aacd2.image

La tecnologia usata, RFID, riesce a tracciare i dati di milioni di persone (big data) che annualmente visitano il parco, offrendo la possibilità alla struttura di offrire un servizio ad hoc, personalizzato in base alle attività e alle preferenze di ogni singolo.

Proprio Jay Rasulo, the Disney Co. CFO, afferma che questa tecnologia riuscirà a vendere un servizio targettizzato perchè conoscono i loro clienti e sanno cosa preferiscono mangiare o le ragioni del loro soggiorno, un compleanno o una celebrazione di una festa per esempio.

“Più cose gli ospiti condividono con noi, più siamo capaci di definire servizi, ed immaginiamo, facilitare la vendita di quei servizi”, Rasulo dice.

Non solo nel polsino di gomma, il braccialetto dotato agli ospiti del resort, ma in tutta la struttura sono inseriti RFID, chip, scanner che funzionano sia a breve distanza, come per esempio i pagamenti effettuati con gli NFC, o a raggio d’azione e riconoscimento più ampio.

Le attrazioni nel parco sono molte, campi da golf, piscine, parchi acquatici ed è difficile capire quale attrazione sia preferita tra le altre; ma in questo modo tutto viene tracciato e grazie a questi analytics riusciamo a definire un’idea più solida delle preferenze, dei periodi dell’anno, delle tendenze.

dak157837LARGE

 

All’interno del Disney World vi è la possibilità di riservare solo il pernottamento nell’hotel, senza le attività; il sapere di questa scelta, permette alla struttura di concedere sconti e agevolazioni per attività, ristoranti, attrazioni visibili ad Orlando nei pressi del resort. E sempre grazie alle tecnologie utilizzate, i visitatori all’interno del parco saranno in grado di ottenere degli sconti per un determinato ristorante ad una determinata ora, solo se si trovano all’interno della struttura. Questo riuscirà a definire le strategie di marketing, offerte e vendite dello steso resort, soddisfacendo sempre più i felici avventori.

La chiave del funzionamento di questa implementazione di tecnologie che già conosciamo, è la condivisione di informazioni e la fiducia. Se vi è un forte legame tra il brand e il soggetto, questo sarà predisposto a condividere molte informazioni, che risulteranno utili per il soggiorno immediato ma anche per i successivi. Le tecnologie che vediamo, si devono appoggiare su uno scheletro composto di brand identity e forte fiducia che il soggetto ripone nella figura con cui condivide dati e informazioni personali.

Per vedere meglio ciò che potete fare con il MyMagic+, a voi un video.

Ps: nonostante la voce narrante parli in inglese, le immagini sono intuitive.

Appassionata di parole, si diverte nel reinventarsi sempre. Dopo una laurea in Scienze della Comunicazione, si ritrova a “litigare” con la tecnologia finchè si iscrive alla facoltà di Teorie e Tecnologie della Comunicazione in Bicocca. Ama scrivere, mangiare caramelle, acquistare vestiti di altre epoche e lamentarsi, sempre con il sorriso.

Articoli correlati